filastrocca dell'accoglienza

ARRIVO A SCUOLA ED ACCOGLIENZA

 

ore 8.00     –       9.00

 

E’ un momento molto delicato (quello del distacco dalla famiglia).

Il bambino viene accolto e salutato dall’ insegnante: il bambino si orienta spontaneamente verso gli angoli strutturati per le diverse forme di esperienza e di gioco libero.

E’ un continuo avvicinarsi spostarsi da un angolo all’altro, da un gruppo all’altro, come saggiare le proprie possibilità e proposte: si crea un clima di comunicazione e socializzazione fondamentale per il bambino.

La presenza dell’insegnate ha un significato affettivo e rassicurante.

OBIETTIVI EDUCATIVI:

  • rafforzare la fiducia individuale;
  • vivere in modo equilibrato e positivo i propri stati affettivi ed emotivi;
  • sviluppare l’autonomia, favorire la collaborazione e le relazioni interpersonali.

ore 9.00 – 09.30

Riordino, pratiche igieniche

OBIETTIVI EDUCATIVI:

  • rafforzamento della fiducia, della simpatia, della disponibilità alla collaborazione, dello spirito di amicizia.

 

ATTIVITA’ DIDATTICA

ore 10.00 –       11.15

è il momento forte per le attività curricolari.

Esse sono ricche e varie e fanno riferimento ai diversi ambiti del fare e dell’agire del bambino nei quali sviluppa il suo apprendimento psicomotorio, linguistico, logico matematico, scientifico, spazio-temporale, espressivo, grafico–pittorico-plastico, drammatico-teatrale, sonoro-musicale, relazionale.

 

IL PRANZO

 ore 11.30 –       12.30

Il pranzo dei bambini è un momento importante. E’ preceduto da azioni di routine come igiene personale, apparecchiatura dei tavoli, cercare il proprio bavaglino ed indossarlo, preghiera.

Le educatrici sono vicine ai bambini perché il rapporto tra cibo e bambino sia sereno e gratificante.

I menù sono elaborati secondo le moderne tabelle dietetiche e vengono proposti ogni quattro settimane secondo una rotazione che considera le esigenze nutrizionali dei bambini.

OBIETTIVI EDUCATIVI:

  • conquista dell’autonomia che si fa capacità di auto gestirsi;
  • assumere positive abitudine igienico-sanitarie;
  • coordinazione oculo -manuale;
  • avvio all’ordine e al servizio per l’altro;
  • socializzazione

 

 DOPO PRANZO

 ore   12.30                –                13.00

 

I bambini giocano nella sala o, nella bella stagione, in giardino.

RIPOSO / ATTIVITA’

 

ore   13.30                –                15.30

 

Per i bambini di tre/quattro/ anni è il momento di riposare, per recuperare l’energia, nella stanza dormitorio appositamente preparata.

Per i bambini di cinque anni è il momento di fare attività in preparazione alla scuola primaria

 

USCITA:

 

Ore 15.45                –                16.00

 

Termina qui la giornata a scuola.

 

INOLTRE :

alcune feste e ricorrenze esercitano un fascino particolare sul bambino: sono stimolo ad osservare, gioia di scoperte nuove, momenti di vita insieme alle persone care…

 

Così festa dei Nonni, Santa Lucia, Natale, Pasqua, Carnevale, Festa del Papà e della Mamma, Fine della scuola …

Diventano preziose occasioni di crescita per i bambini, ma anche un dialogo e collaborazione tra famiglia ed insegnanti della scuola.