LA SCUOLA: COMUNITÀ EDUCANTE

 Della scuola-comunità fanno parte tutti coloro che vi sono direttamente coinvolti:

gli insegnanti, il personale direttivo, amministrativo e ausiliario, i genitori, figura centrale in quanto naturali e insostituibili educatori dei propri figli, e i bambini, compartecipi e responsabili quali veri protagonisti e soggetti attivi del processo educativo.

Per la scuola dell’infanzia “Angeli Custodi” la partecipazione è il valore e la strategia che qualifica il modo dei bambini, degli educatori e dei genitori di essere parte del processo formativo; è la strategia educativa che viene costruita e vissuta nell’incontro e nella relazione giorno dopo giorno.

La partecipazione valorizza tutte le persone, intese come pluralità dei punti di vista e delle culture si articola in una molteplicità di occasioni ed iniziative per costruire il dialogo e il senso di appartenenza ad una comunità.

La partecipazione è finalizzata a generare e alimentare sentimenti e cultura di solidarietà, responsabilità ed inclusione, gratitudine e produce cambiamento e nuove culture che si misurano con la dimensione della contemporaneità e dell’internazionalità.

In un’ educazione partecipata, un atteggiamento attivo di ascolto tra adulti, bambini e ambiente è premessa e contesto di ogni rapporto educativo.

La partecipazione richiederà ascolto inteso come un processo permanente che alimenta riflessione, accoglienza e apertura verso di sé e verso l’altro; è condizione indispensabile al dialogo e al cambiamento.